La Censura ed il Controllo Cristiani
Storia ed influenza odierna


Tempo fa stavo facendo compere in un centro commerciale a Minneapolis. Minneapolis è un'area metropolitana estesa e moderna. Sono entrata in un negozio che vendeva oggetti Gotici/Metallari per dare un'occhiata. La commessa mi ha salutato e mi ha chiesto se ci fosse qualcosa di cui avevo bisogno. Ero interessata ad una maglietta di Dimmu Borgir che avevo visto su una rivista ed ho chiesto se ce l'avevano. Avevano una copia della rivista e le ho mostrato la maglietta. La commessa mi ha detto che non potevano vendere nulla che avesse un pentagramma a punta in giù o un Bafometto perchè il centro commerciale era sotto il controllo di [gruppi di particolari interessi] che controllavano tutta la merce che veniva venduta e si assicuravano che tutto fosse "adatto" alle famiglie. Qualsiasi negozio che avesse violato queste regole avrebbe perso la licenza e sarebbe stato espulso dal centro commerciale.
Ho notato che anche la disponibilità di candele nere sta diventando scarsa. Quattro anni fa potevo comprare diverse candele nere da un negozio "Target" ed anche dal "Dollar" locale. Adesso non più.

Oggi i negozi Target hanno una grande scelta di musica gospel cristiana, ed anche di vari oggetti cristiani. Se parliamo di "morale", di certo non chiamerei "integra" un'organizzazione che abusa regolarmente di bambini e li molesta. Purtroppo questa è la regola.

Le chiese cristiane hanno un potere economico e di controllo incredibili. Sebbene ci siano diverse sette, esse sono unite da uno scopo comune, e questo scopo è quello di privarvi della vostra libertà. Predicano senza sosta povertà e dare al prossimo, ma loro stessi non lo fanno. Potreste non rendervene conto, ma le chiese cristiane hanno controllo su ciò che voi vedete, sentite, leggete ed anche su ciò che voi potete acquistare. Questo controllo dura da secoli.

La censura cristiana dura sin dalla nascita del cristianesimo.

Atti 19: 18-20
18 Molti di quelli che avevano creduto venivano a confessare e a dichiarare le cose che avevano fatte.
19 Fra quanti avevano esercitato le arti magiche molti portarono i loro libri, e li bruciarono in presenza di tutti; e, calcolatone il prezzo, trovarono che era di cinquantamila dramme d'argento.
20 Così la Parola di Dio cresceva e si affermava potentemente.

Questo precede molto il momento dell'accettazione popolare del cristianesimo. Dopo il 313 d.C. quando l'Imperatore Romano Costantino decretò la tolleranza verso il cristianesimo, prese il via la persecuzione del libero pensiero. Nel 325, il Concilio di Nicea condannò un libro di Ario che negava la divinità del nazareno. Otto anni dopo, Costantino ordinò di bruciare tutti i libri scritti da Ario, prevedendo la pena di morte in per chi non lo avesse fatto.

Nel 391 l'Imperatore Teodosio I distrusse ed incendiò le grandi biblioteche classiche di Alessandria d'Egitto. Questa linea prosegue per secoli, fino al 1233 quando Papa Gregorio IX fondò L'Inquisizione che ebbe come conseguenza il rogo degli autori stessi insieme ai loro libri. La tortura crudele ed il rogo furono considerati mezzi adatti agli "eretici" come Savonarola, il cui crimine principale fu quello di denunciare gli scandali politici della corte del Papa.

Dopo l'invenzione della stampa nel quindicesimo secolo, essa cadde immediatamente sotto il controllo totale della chiesa cristiana. Nel 1487 una bolla papale [un ordine della chiesa proveniente dal Papa] ordinò che tutti i manoscritti dovevano essere soggetti all'esame preventivo dell'autorità della chiesa, che avrebbe ufficialmente approvato o negato la sua pubblicazione. I governi politici hanno supportato questa censura imponendo delle sanzioni nella legge civile.

La Riforma divise la chiesa, e minò alla base il loro controllo assoluto. Un libro bandito in un luogo, poteva essere pubblicato in un altro luogo e spesso tutto ciò che le chiese potevano fare era di bandire localmente uno scritto solo dopo la sua pubblicazione. Sotto il regno di Papa Paolo IV, nel 1557, fu emessa la prima lista di libri vietati [Index Librorum Prohibitorum]. Questa lista comprendeva tutti i libri che era proibito leggere ai cristiani cattolici, perchè immorali o contrari alle dottrine cristiane. In seguito, per circa 400 anni, ci furono numerose edizioni successive di questo Indice. L'ultimo è del 1948, e comprende oltre 4.000 titoli vietati, inclusi tutti gli scritti di Emile Zola, Andre Gide, Anatole France, molte opere di Descardes, i Dumas sia padre che figlio, Voltaire, Balzac, "Declino e Caduta dell'Impero Romano" di Gibbons, "Contratto Sociale" di Rousseau, "Critiche di Pura Ragione" di Kant, "Madame Bovary" di Flaubert, "I Miresabili" di Hugo, e molti altri classici.

Il Vaticano non ha smesso di impiegare sforzi nella censura, e di aggiornare l'Indice dei libri vietati fino al 1966. Poichè il numero enorme di opere pubblicate rendeva impossibile ispezionarle tutti, il giornale settimanale del Vaticano "L'Osservatore della Domenica" del Maggio 1966 disse che la Curia interruppe la pubblicazione dell'Indice perchè l'enorme volume di materiale pubblicato nel mondo rendeva il compito della censura impossibile. La responsabilità della censura passò quindi dal Vaticano a diversi consigli di Vescovi in ogni nazione.

I Protestanti erano malefici allo stesso modo dei Cattolici. La prima Stampa Americana è stata fondata nella Colonia del Massachussetts nel 1693. Quasi tutto ciò che veniva scritto era di natura religiosa. Quasi tutte le pubblicazioni erano strettamente Calviniste, specialmente sermoni e scritti teologici, ed anche la poesia e i trattati si conformavano all'ortodossia religiosa. Il libro "Il Prezzo Meritorio della Nostra Redenzione" di William Pynchon finì in qualche modo nelle mani della censura e divenne il primo libro ad essere bruciato pubblicamente negli Stati Uniti nell'anno 1650. L'autore presto fuggì dal paese.

Nel diciassettesimo e diciottesimo secolo, tutte le 13 colonie commisero crimini di blasfemia, profanità ed oscenità. Inoltre, i Puritani continuarono ad esercitare il controllo totale. Per evitare di venir ostracizzati o di essere bersaglio delle critiche più dure dei gruppi di pressione più potenti, gli autori non osavano scrivere nulla che potesse offendere la chiesa. Ogni sorta di pressione che va oltre la legalità può obbligare a conformarsi.

Prima della Guerra Civile, c'erano poche persecuzioni per oscenità perchè gli standard Puritani erano prevalenti, ed il controllo diffuso fece indirettamente in modo che gli autori si censurassero da soli. Il primo caso noto di "oscenità" negli Stati Uniti riguarda il racconto "Fanny Hills" che fu bandito nel 1821 nel Massachusetts. Il congresso passò una legge nel 1842 che vietava l'importazione "di tutta la stampa, i dipinti, le litografie, le incisioni e i lucidi indecenti ed osceni". Nel 1865 fu approvata la prima legge che rendeva illegale spedire materiale osceno.

Poi apparve sulla scena Anthony Comstock e divenne uno dei nomi più infami nella storia della censura. Da qui il nome “Comstockismo”, ossia la ricerca puritana per scovare vizio ed immoralità nel materiale stampato. Come leader della commissione di vigilanza dell'Associazione Giovanile Maschile Cristiana [YMCA], fece la prima legge sull'oscenità dello stato di New York nel 1868, di cui la YMCA forzò l'approvazione. Nell'anno 1873, la commissione fu trasformata nella "Società di New York per la Soppressione del Vizio". In quell'anno, questa organizzazione fece forti pressioni al congresso per approvare una legge anti-vizio, scritta da Comstock. La legge afferrò il bando dalla posta di ogni "libro, plico, immagine, foglio, lettera, scritto, stampa o altre pubblicazioni oscene, lascive, libidinose e di carattere indecente", e di ogni pubblicità per tale materiale, e fissò una pena di 5.000 dollari e/o 5 anni di prigione. Questa legge "Comstock" passò facilmente senza alcun dibattito. "Le piccole leggi di Comstock" furono promulgate per diverse legislature.

A New York venne dato potere legale all'organizzazione YMCA di Comstock, in forma di garante per la ricerca di materiale sospetto di oscenità. Sebbene fosse un gruppo religioso privato, che non rispondeva agli elettori, poteva dettare arresti e condanne. Nei suoi primi 73 anni, la Società di New York per la Soppressione del Vizio confiscò 397.000 libri e arrestò 5.567 persone che li difendevano. Questa organizzazione incoraggiò la formazione della "Società di Tutela e Controllo del New England" a Boston. Questo gruppo fece efficaci intimidazioni e mise pressione personale sui librai del New England in modo che rifiutassero di vendere ogni materiale da loro condannato.
I titoli condannati dalla società includevano “Dark Laughter” di Sherwood Anderson, “Anche il Sole Sorge” di Ernest Hemingway, “Una Tragedia Americana” di Theodore Dreiser, “Elmer Gantry” di Sinclair Lewis [condannato sia per i suoi temi anti-religiosi che per supposta oscenità], “Manhattan Transfer” di John Dos Passos e "Foglie d'Erba" di Whitman. Anche "Tutto Tace sul Fronte Occidentale" di Erich Maria Remarque fu bandito a Boston, sebbene l'edizione Americana fosse stata depurata e mancassero due passaggi "osceni" che erano inclusi nell'edizione europea.

Sebbene queste società Protestanti, ed altre simili, avessero un ruolo principale nelle campagne anti-oscenità per molti altri anni, la loro influenza cominciò a diminuire nel 1920 e 1930. Dopo la Prima Guerra Mondiale, le cose cominciarono a cambiare e l'America entrò in un fase di rivoluzione per quanto riguarda gli standard della sessualità umana ed altri problemi di moralità che continua ancora oggi. I fanatici Protestanti che continuavano a portare avanti queste tradizioni furono ridicolizzati pubblicamente, o ignorati.

Nel 1950 comparve "l'Organizzazione Nazionale per la Letteratura Decente" gestita dalla Chiesa Romana, detta anche "NODL". Fu fondata nel 1938 da Vescovi Cattolici degli USA e poi sponsorizzata e gestita dal Consiglio delle Donne Cattoliche a Chicago, e dichiarò il suo scopo di "organizzare e mettere in moto le forze morali dell'intero paese contro la letteratura lasciva che minaccia la vita morale, sociale e Nazionale del nostro paese". Veniva richiesto di liberarsi di qualsiasi letteratura fosse considerata obiettabile, con ogni mezzo possibile. Essa compilava una lista settimanale di titoli di libri e riviste che metteva in una lista nera inclusa nel settimanale nazionale Cattolico "Our Visitor". A partire dal 1956 la NODL ebbe un proprio notiziario. Creò anche un sistema di boicottaggio e di pressione contro i distributori di libri e riviste che non si conformavano. Si fece una grande persecuzione nelle città fortemente cattoliche, che portò a numerosi raid ed arresti. Nel 1950 la NODL divenne il gruppo anti-oscenità più grande negli USA. I rappresentanti della NODL andavano dai commerciali locali e chiedevano di ripulire i loro scaffali del materiale che era nella lista nera della NODL e di restituirlo al grossista. Chi si rifiutava era oggetto di frequenti visite, oltre che di proteste e manifestazioni pubbliche. Se il commerciante era d'accordo, gli veniva dato un attestato rinnovabile ogni mese. I notiziari parrocchiali e/o i sermoni spingevano i cattolici a comprare solo dai negozi che mostravano l'attestato in vetrina. Nel 1957, il Segretario Esecutivo della NODL, Monsignor Thomas J. Fitzgerald, si vantò del fatto che gli elenchi della NODL erano "utilizzati anche da altre organizzazioni come la PTA, la American Legions Posts, il club delle donne, le Camere di Commercio" e che "alcune organizzazioni che applicano la procedura della NODL erano state organizzate da pubblici ufficiali". La NODL mise anche i suoi elenchi nelle mani dei grossisti. La NODL cessò la pubblicazione del suo notiziario nel Dicembre 1969 e poi scomparve.

Visitate il sito [in inglese] "Moralità nei Media". Sono stati creati dei capitoli locali per molte città Americane. Lo scopo principale del sito era quello di assistere nelle battaglie legali e per spingere verso nuove legislazioni anti-oscenità. Nel 1973, l'Assistente al Dipartimento di Giustizia per le Leggi istituì un "Centro Dati Legali Nazionale" che riguardava la legge sull'oscenità, nel Campus del College Luterano di Thousand Oaks, California. Il gruppo ricevette un finanziamento iniziale di 137.625 dollari di fondi federali, ed una previsione di altri 200.000; ricevette anche assistenza da "Moralità nei Media". Tutto questo aveva lo scopo di portare i legislatori del paese a considerare una presunta letteratura oscena, e presunti film osceni. Nel 1970 fu soprannominata "La Nuova Censura" dai librai. La corte suprema spostò il potere di censura ai governi locali e fu dato maggior potere ai moralisti di setta come accade nella zona chiamata "cintura della bibbia".

Sono nate e morte diverse organizzazioni nel corso degli anni. Cambiano i nomi e le facce, ma sono sempre le stesse persone. Lavorano senza sosta per forzare i loro dogmi sugli altri e, quando si dà prova della loro inefficacia, fanno ogni cosa possibile per far sì che la società si adegui legalmente ai loro standard. Ogni organizzazione cristiana dalla chiesa al sito fa pressioni per ricevere delle donazioni. Praticano il controllo e l'influenza attraverso il denaro. Sto scrivendo un articolo che riguarda la dimensione del loro potere e della loro ricchezza. Ricordate che questo ci influenza direttamente. Hanno un impatto diretto su ognuno di noi, e lo hanno sempre avuto, al punto in cui non possiamo praticare pubblicamente la nostra religione senza essere discriminati. Il momento in cui tutto questo cambierà sarà quando la gente diverrà seria e si batterà per i propri diritti e lotterà in maniera legale.

Riferimenti:
"Libertà sotto Assedio, l'Impatto della Religione Organizzata sulla Vostra Libertà e sulle vostre Tasche." di Madalyn Murray O'Hair, capitolo su "Non parlare male, Non vedere il Male, Non Sentire il Male", 1974.


TORNA ALL’INDICE - ESPOSIZIONE DEL CRISTIANESIMO